La carie è una patologia multifattoriale nella quale intervengono molte condizioni predisponenti, alcune delle quali ancora sconosciute. Ciò che è certo, è che la carie è dovuta sia a cause esogene che a fattori endogeni, in presenza di una particolare predisposizione genetica.
I fattori costituzionali incidono pesantemente sull'innesco della carie: alcuni individui, infatti, sembrano eccezionalmente resistenti ai processi cariogeni, a differenza di altri che si rivelano estremamente soggetti alle carie. Ad ogni modo, la familiarità per la patologia potrebbe derivare dalla trasmissione di abitudini poco salutari, come l'eccessivo consumo di zuccheri o la scarsa igiene orale.
 
Cause Endogene
Le cause endogene intervengono nelle primissime fasi del processo cariogeno, favorendone dunque l'insorgenza. Tra le cause endogene predisponenti la carie, si annoverano:
 
  • Quantità e qualità della saliva: con la sua azione, la saliva è in grado di tamponare l'acidità della bocca. Grazie ad alcune sostanze in essa disciolte ha anche funzione antimicrobica, immunitaria e protettiva nei confronti degli agenti cariogeni. Ne consegue che qualsiasi condizione che porti ad una ridotta secrezione salivare, la renda più viscosa, o ne abbassi il pH (come avviene, per esempio, durante la gravidanza) predispone i denti all'attacco batterico. Ad esempio, patologie come Diabete Mellito, diabete insipido, sindrome di Sjögren e sarcoidosi favoriscono le carie proprio perché riducono la quantità di saliva. Anche la somministrazione di alcuni farmaci (es. antistaminici ed antidepressivi) può diminuire la quantità di liquido salivare, dunque favorire la carie.
  • Caratteristiche dei denti: le caratteristiche strutturali dei denti incidono notevolmente sulla possibilità di formazione della carie. Un solco interdentale accentuato favorirà, per esempio, un maggiore ristagno di residui alimentari che, come sappiamo, sono terreno fertile per lo sviluppo batterico. Esistono inoltre delle differenze individuali nel grado di mineralizzazione dentale; ovviamente, tanto più il dente è ricco di minerali e tanto più sarà protetto dalle aggressioni esterne.
 
 
 
 
 
Back to Top